BIO Cantina Orsogna

Cantina Sociale dal 1964

La storia di BIO CANTINA ORSOGNA inizia nel 1964 quando 35 viticoltori si unirono per dare vita un sogno: la Cantina Sociale del paese. L’atto notarile costitutivo della cooperativa (29 febbraio 1964) Art. 2 attestava: “la società non ha finalità speculative e si propone la lavorazione in comune di tutta la produzione agricola dei soci, la conservazione e la vendita in comune di prodotti e sottoprodotti […]”. L’aggregazione è stata la soluzione per compensare la forte frammentazione agraria del territorio e garantire la sopravvivenza delle piccole aziende agricole a conduzione familiare.
BIO CANTINA ORSOGNA ha sede in una delle aree più vaste di produzione vitivinicola del Centro Sud Italia, dove uva e olio raccontano da sempre una storia autentica e dove le esperienze si tramandano da generazioni.
Qui tra gli anni ‘50 e ‘70 la raccolta dell’uva era la principale attività della zona. La produzione è stata così intensa che nel giro di pochi Km sorsero 40 grandi cantine cooperative.
Nel periodo di vendemmia, oltre al tradizionale conferimento di uva da vino, intere squadre di raccoglitrici erano destinate alla selezione, cernita e incassettamento dell’uva da tavola da spedire al Nord in appositi vagoni merci (circa 650 cassette di uva a vagone). Lo scalo ferroviario confinava con la Cantina stessa. Dalle poche aziende iniziali, oggi la cooperativa annovera circa 450 soci in attività.

BIO CANTINA ORSOGNA, oltre alla garanzia economica degli associati e la produzione di vini di qualità, persegue l’obiettivo della salvaguardia ambientale del territorio e la conservazione delle conoscenze e delle esperienze che i vignaioli maturano nel tempo. L’amore per la propria terra e della sua gente ha portato la cooperativa ha intraprendere “il percorso della naturalità” in modo di coltivare e produrre in armonia con la natura cercando di salvaguardare la salute delle terre, degli ecosistemi e delle persone. La riconversione è avvenuta passo dopo passo, azienda dopo azienda attraverso la dimostrazione in campo della possibilità di rinunciare ai prodotti chimici garantendo al contempo una produzione di qualità e quantità. Nel 1995 è iniziato il percorso di conversione al biologico che nel 2022 ha raggiunto il 100 % della superfice vitata (circa 1400 ha) e nel 2003 alcune aziende socie hanno iniziato il percorso di conversione all’agricoltura biodinamica (Demeter) che oggi coinvolge il 45 % della superficie vitata aziendale. Nel 2022 tutti i vignaioli di BIO CANTINA ORSOGNA, già biologici e in parte biodinamici (Demeter), si sono certificati per la biodiversità degli agroecosistemi (Biodiversity Friend®).
I vignaioli di BIO CANTINA ORSOGNA applicano tecniche agricole a basso impatto ambientale (biologico e biodinamico), si impegnano nella tutela dell’ambiente e della propria terra, perfettamente consapevoli che rispettandola e mantenendola fertile possono vivere di essa e tramandarla feconda e vitale ai propri figli.

cassetta 1964

LA NASCITA DELLA COPERATIVA

Il 29 febbraio 1964, presso la Casa Comunale del paese, 35 viticoltori di Orsogna che condividevano gli stessi interessi ed erano animati dalla passione per la terra e per la viticoltura, costituiscono la Società Cooperativa Olearia Vinicola Orsogna e ne nominano Presidente il sig. Simeoni Tommaso.
cassetta 1995

LA CONDUZIONE IN BIOLOGICO

Alcuni soci della Cooperativa aderiscono al sistema di controllo biologico. Il dott. Zulli, forte della sua esperienza come ispettore delle produzioni biologiche per conto del MASAF propone di orientare le produzioni verso forme di agricoltura biologica allo scopo di conservare la biodiversità, ridurre l’uso dei prodotti agrochimici, aumentare la sostanza organica e la fertilità biologica dei suoli.
cassetta 2003

I PRIMI ALLESTIMENTI BIODINAMICI

“Il dott. Zulli, forte di un’esperienza decennale in agricoltura biodinamica certificata Demeter spinge i Soci più attenti e predisposti ad abbracciare l’agricoltura biodinamica basata sulla co-presenza in azienda di allevamenti e sulla ottimale gestione della sostanza organica e sul minimo o nessun utilizzo del rame.
cassetta 2010

IL MARCHIO LUNARIA

BIO Cantina Orsogna imbottiglia i suoi primi vini biodinamici Demeter a marchio LUNARIA: Civitas Pecorino e il Coste di Moro Montepulciano d’Abruzzo DOC.
cassetta 2012

MIGLIOR CANTINA ITALIANA AL VINITALY

BIO Cantina Orsogna vince il Premio speciale “Vinitaly Nazione 2012”.
cassetta 2012

LA PRIMA NOTTE ROSÉ

Per la prima volta, BIO Cantina Orsogna mette in scena la magica Notte Rosè per celebrare la prima luna piena d’estate all’insegna della femminilità e del buon vino rosato.
cassetta 2013

LO SPAGO AL POSTO DELLA PLASTICA

BIO Cantina Orsogna elimina le capsule dalle bottiglie dei vini biologici e biodinamici.
cassetta 2016

LA FERMENTAZIONE DA POLLINI E IL MARCHIO VOLA VOLÉ

BIO Cantina Orsogna lancia con il marchio Vola Volé, i primi vini Biologici certificati Biodiversity Friend in Abruzzo, fermentati con lieviti selezionati dal polline della flora locale.
cassetta 2017

I VINI SENZA SOLFITI A MARCHIO ZEROPURO

BIO Cantina Orsogna lancia “Zeropuro,” la prima linea di vini senza solfiti che riceve anche il Premio Red Dot Design Award per la sostenibilità ambientale e la separabilità dell’etichetta dalla bottiglia.
cassetta 2018

LA PIÙ GRANDE COOPERATIVA DI UVE BIODINAMICHE

BIO Cantina Orsogna è riconosciuta nella Conferenza Mondiale di Biodinamica di San Francisco come la più grande azienda mondiale di produzione di uve biodinamiche certificate Demeter.
cassetta 2018

I PROGETTI CON IL WWF

BIO Cantina Orsogna aderisce ad iniziative a tutela dell’ambiente, tra cui il progetto WWF EURO TURTLES, il progetto WWF SOS LUPO.
cassetta 2018

LA PRIMA IGA BIO

BIO Cantina Orsogna lancia la BIGA, la prima birra artigianale italiana, in stile Italian Grape Ale (Iga), completamente biologica, con il Birrificio artigianale Mezzopasso.
cassetta 2019

I PRIMI LIEVITI DA FRUTTI MBRIACHELLI

BIO Cantina Orsogna inizia la collaborazione con il Parco Nazionale della Maiella con cui ricerca e seleziona i lieviti nelle zone montane, molto ricche in biodiversità microbica in quanto non contaminate da fitofarmaci e coltivazioni intensive.
cassetta 2019

# REGALA UN SOGNO A BABALÙ

BIO Cantina Orsogna lancia con la linea dei vini biodinamici Demeter “CANTINA ORSOGNA & BABALÙ’” dedicata all’omonima fattoria dell’amicizia dove si incontrano e si integrano due mondi complementari, l’agricoltura e la disabilità, per offrire ai ragazzi opportunità lavorativa, miglioramento psico-fisico e inclusione sociale.
cassetta 2020

I PROGETTI AMICI DELLE DONNE VITTIME DI VIOLENZA

BIO Cantina Orsogna aderisce alla rete regionale per l’inserimento lavorativo “Eva – Empowerment verso l’autonomia delle donne con vissuti di violenza di genere” approvato dal Dipartimento per le Pari Opportunità con interventi e azioni concrete per l’inserimento lavorativo nella propria filiera produttiva, impegnandosi, al termine di un periodo di tirocinio, a dare continuità lavorativa alle donne accolte presso la propria struttura e crea la nuova linea Eva Patch in collaborazione con l’associazione Dafne Onlus e i suoi centri antiviolenza. Vini biologici avvolti da stoffe cucite da donne accompagnate in un percorso di rinascita verso l’autonomia da vissuti di violenza di genere.
cassetta 2021

LA VALORIZZAZIONE DEL NERO ANTICO PRETALUCENTE

BIO Cantina Orsogna sigla con il Comune di Gessopalena un accordo di collaborazione per la tutela e la valorizzazione del vitigno minore abruzzese denominato “Nero Antico di Pretalucente” e in risposta al bando pubblico del comune di Gessopalena n. 145 del 24/03/2021, mette a disposizione le proprie attrezzature e conoscenze nel campo vitivinicolo.
cassetta 2022

LA PRIMA VENDEMMIA 100% BIO

BIO Cantina Orsogna festeggia la prima vendemmia con il 100% delle uve biologiche e circa 1400ha convertiti alla produzione biologica.
cassetta 2022

100% BIODIVERSITY FRIEND

Tutti i soci abruzzesi di BIO Cantina Orsogna aderiscono allo standard di certificazione di biodiversità Biodiversity Friend.
cassetta 2022

PREMIO LEGAMBIENTE PER LA SOSTENIBILITÀ

BIO Cantina Orsogna riceve da Legambiente il premio nazionale per la sostenibilità ambientale nell’ambito del processo produttivo dal campo alla tavola ed è premiata al IV FORUM nazionale sull’Agroecologia circolare di Legambiente con il progetto EVA PACTH.
cassetta 2022

I LIEVITI A DISPOSIZIONE DI TUTTI

Il 9 Agosto 2022 BIO Cantina Orsogna dona alla Banca del Germoplasma del Parco Nazionale della Maiella (Centro di Conservazione della biodiversità vegetale per l’Abruzzo), per condividerli come patrimonio di tutti, i primi lieviti selezionati sui “frutti mbriachelli” della Maiella utilizzati per la fermentazione dei vini Vola Volé Maiella National Park.
cassetta 2023

PÉ NIN PERDE LA SUMENTE

BIO Cantina Orsogna, presenta ‘Pé Nin Perde la Sumente’ un progetto nato da un’idea del dott. Zulli in collaborazione con la Banca del Germoplasma del Parco Nazionale della Maiella, con l’intento di conservare e coltivare la biodiversità del territorio ripartendo dalle aree marginali e dalle montagne: ‘le casseforti della biodiversità’. ‘Pé Nin Perde la Sumente’ è anche recupero di ricordi, storie, esperienze delle comunità contadine depositarie di contenuti fondamentali per la continuità vitale tra passato e future generazioni.
cassetta 2023

LA RETE CON ALTRE COOPERATIVE

BIO Cantina Orsogna avvia un altro passo importantissimo per il territorio siglando accordi con:

cassetta 2023

LA PRIMA VENDEMMIA CERTIFICATA BLOCKCHAIN

BIO Cantina Orsogna avvia l’iter per certificare con la BlockChain:
> LA RACCOLTA E ALTRE OPERAZIONI COLTURALI ESEGUITE A MANO
> LA SELEZIONE DEI LIEVITI SUI FRUTTI MBRIACHELLI

BIO Cantina Orsogna

Pionieri per Natura

Seguici sui nostri canali social

Unisciti alla nostra community BIO,
scopri le ultime novità, gli eventi speciali, i progetti e i dietro le quinte della produzione vinicola.
Vi aspettiamo per condividere insieme la passione per il vino!